CQR – Programma qualificazione 2016/2017

delfino-rete_parole-cqr2Il Centro di Qualificazione Regionale (CQR) ha elaborato il programma di qualificazione per la stagione 2016/2017, che il Coordinatore Tecnico Regionale (CTR) Claudio Agosto ha presentato alla Consulta Regionale, che a sua volta lo ha discusso ed approvato all’unanimità in data 26/09/2016.


DIRIGteam22ENTI

  • Organizzazione di un corso su un tema da definire (per es. implicazioni riorganizzazione territoriale; tesseramento; gestione fiscale)

ALLENATORI

PREMESSA
  • STAGIONI PRECEDENTI (cosa si è fatto)
    Si è perseguita l’uniformità e una maggior qualificazione nello sviluppo dei Corsi di formazione provinciali Allievo e 1° Grado, identificando le caratteristiche della figure in uscita attraverso:

    • riunioni dei Direttori dei Corsi:
    • istituzione di un punto di raccolta/consultazione riservato sul portale internet ufficiale, in cui è stato messo a disposizione dei Docenti il materiale didattico predisposto da un gruppo di coordinamento;
    • inizio stesura di questionari comuni per gli esami scritti;
    • presenza del CTR come Presidente a tutti gli esami svolti in regione;
    • regolamentazione delle prassi per l’autorizzazione dei corsi provinciali di formazione e aggiornamento.
  • ANALISI RISULTATIsmi120-coach
    • Miglioramento del grado di omogeneità tra le Province
      • nel livello di preparazione dei candidati;
      • nel percorso formativo (durata e numero lezioni, numero lezioni pratiche, terminologia, argomenti trattati, modo di condurre le prove d’esame).
    • Alcune occasioni di mancato rispetto delle prassi burocratiche.
  • SPUNTI PER LA STAGIONE 16/17
    • Perfezionare l’intesa tra i Direttori per migliorare ulteriormente il lavoro.
    • Intervenire sui Docenti per ottenere ancor maggiore uniformità di linguaggio e contenuti.
    • Ottenere il completo rispetto delle prassi burocratiche.
formazione-1024x506QUALIFICAZIONE DOCENTI
  • Utilizzo di strumenti informatici predisposti sul sito (programma di e-learning) per l’ulteriore raccolta di materiale tecnico-didattico e per la predisposizione di test comuni, a cura di un gruppo ristretto di coordinamento docenti ma libero al contributo di tutti i Docenti.
  • Ulteriore precisazione del percorso formativo dei corsi:
    • Obiettivi prevalenti, strategie didattiche, modalità esecutive.
    • Numero di lezioni, durata, numero lezioni pratiche.
    • Collegamento con l’attività di qualificazione Atleti.
    • Argomenti principali e irrinunciabili,
    • Uniformità delle domande e modalità d’esame,
  • Incontri preliminare con i Direttori dei corsi e con tutti i Docenti, in cui confrontarsi sulle richieste formative i uscita e sulla struttura organizzativa, per consolidare e migliorare gli equilibri tra i territori e definire requisiti di qualità, che permettano uno sviluppo consequenziale dei corsi.
FORMAZIONEformazione-professionale
  • CQR
    • Organizzazione del corso di 2° grado – 3° livello giovanile.
    • Qualificazione Docenti
  • CQT (Centri di Qualificazione Territoriali)
    • Organizzazione del corso di 1° grado – 2° livello giovanile e Allievo.

Prassi burocratica per attivazione dei corsi da parte dei Comitati Territoriali.

  • PRE-ISCRIZIONE
    Almeno 7 giorni prima dell’uscita della circolare, richiesta di approvazione al CTR a mezzo e-mail a rtr@fipavliguria.it, contenente il periodo di massima di svolgimento del corso e il nominativo del Direttore.
  • INDIZIONE
    Almeno 14 giorni prima della pubblicazione, richiesta di approvazione al CTR a mezzo e-mail a rtr@fipavliguria.it, contenente il programma dettagliato delle lezioni (data, orario, argomento, nominativo Docenti).
    Il parere del CTR è vincolante.
    Eventuali modifiche al programma saranno concordate con il Direttore del Corso.

Modalità svolgimento esamiwp-sign

  • CORSI ALLIEVI
    • Prova pratica; in sede territoriale su parametri concordati tra CTR e Direttori Corsi.
    • Prova scritta: in sede territoriale su questionario a risposta chiusa predisposto dal CTR.
    • Prova orale: in sede territoriale, in data da definire in accordo con il CTR.
      Presidente di Commissione nominato dal CTR, commissari i Docenti del corso.
  • CORSI PRIMO GRADO
    • Prova pratica; in sede territoriale su parametri concordati tra CTR e Direttori Corsi.
    • Prova scritta: in sede territoriale su questionario a risposta chiusa predisposto dal CTR.
    • Prova orale: in sede unica regionale, in data da definire in accordo con il CTR.
      Presidente di Commissione nominato dal CTR, commissari i Direttori dei corsi ed eventualmente Docenti dei corsi se necessarie più sottocommissioni.

Incontro di verifica finale tra CTR e Direttori Corsi in occasione dell’esame orale corso di 1° grado

Quote di partecipazione uniformi in tutte le Province:

  • Corso Allievo + 1° Livello Giovanile: € 250,00
  • Solo Corso 1° Grado: € 150,00
  • Solo 2° Livello Giovanile: € 150,00;
  • Corso 1° Grado + 2° Livello Giovanile: € 250,00

Operativamente

  • OTTOBRE
    • Incontro con Direttori dei Corsi (se possibile in occasione del Liguria Day)
    • Incontro con Docenti Regionali.
  • OTTOBRE – NOVEMBRE
    • Possibile inizio e programmazione corsi Allievi, 1° Grado e Giovanile
    • Fissare i termini di fine corso dei vari gradi
AGGIORNAMENTO
  • Ripartizione competenze:barbiero2
    • 2° e 3° grado a cura CQR
    • Allievi e 1° gradi a cura CQT, con autorizzazione preventiva del CTR
  • Rispetto dei target assegnati evitando l’apertura dei corsi d’aggiornamento a gradi di riferimento non propri.
  • Rispetto di filoni tematici dei corsi uniformi sul territorio (aspetti tecnici, preparazione fisico-tecnica, metodologia, lavoro con le rappresentative).
  • Autorizzazione subordinata al rispetto dei requisiti minimi (argomento, durata, caratteristiche relatore).

Definizione prassi burocratica per attivazione dei corsi da parte dei Comitati Territoriali.

  • INDIZIONE
    Almeno 14 giorni prima della pubblicazione, richiesta di approvazione al CTR a mezzo e-mail a rtr@fipavliguria.it, contenente il programma dettagliato della lezione (data, orario, durata, argomento, nominativo e qualifiche Docente).
    Il parere del CTR è vincolante.
  • Quote di partecipazione: smi120-documenti4
    • Corsi Territoriali (Allievi e 1o grado): fino a un massimo di € 30,00 a corso.
    • Corsi Regionali (2o e 3o grado): € 35,00 a corso.
  • Gli Allenatori Allievi e di 1° Grado devono di norma svolgere gli aggiornamenti nella Provincia/Territorio di appartenenza.
    In casi particolari e motivati il Presidente Provinciale di appartenenza può autorizzare la partecipazione ai fini dell’assolvimento dell’obbligatorietà a corsi organizzati da altri CT. In questo caso le quote di partecipazione saranno incamerate dal CT organizzatore del corso.

ATLETI

PREMESSATDRtorino

STAGIONE 15/16 (cosa si è fatto)

  • Positivi riscontri del lavoro per doppia fascia d’età.
  • Utile il maggior tempo a disposizione delle rappresentative regionali e l’aver potuto visionare anticipatamente gli atleti.
  • Problemi dovuti al sovraccarico di impegni nel periodo aprile-maggio.
  • Disomogeneità nel lavoro delle province, specie per quanto riguarda quello previsto per il biennio successivo.
  • Livello tecnico delle Selezioni da migliorare, aumentando il lavoro di qualità, garantendo piu giornate di lavoro, e maggiore presenza sul territorio tramite i Selezionatori Regionali.
STAGIONE 16/17
  • Operare già da inizio stagione su 3 Territori, salvaguardando per quanto possibile i numeri delle atleti e degli atleti visionati.
  • Confermare le diverse fasce d’età nelle due tappe del Trofeo delle Province: stessa del Trofeo delle Regioni nella prima tappa, più giovane di una anno nella seconda tappa.
  • Svolgimento della prima tappa del Trofeo dei Territori (TdR) prima di fine mandato (indicativamente 29/01/17).Liguria Day 2015
  • Prevedere in linea di massima il lavoro di qualificazione per il periodo successivo, anche se ovviamente sarà competenza dei neo eletti comitati.

MOMENTI DELLA QUALIFICAZIONE ATLETI

  • LIGURIA DAY (raduno degli atleti con parametri fisico-tecnico di interesse regionale)
    • Data svolgimento: 16 OTTOBRE 2016.
    • Anni di riferimento: Maschile 2001-2002; Femminile 2002-2003.
      Su richiesta del CQR i Selezionatori Provinciali segnaleranno a mezzo email a settoreatleti@fipavliguria.it i nominativi degli/delle atleti/e d’interesse entro i termini fissati.
      Le convocazioni per il Liguria Day saranno effettuate direttamente dal CQR.
  • REGIONAL DAY su indicazioni e nelle date fissate dal Settore Squadre Nazionali.
  • A cura dei Comitati Territoriali
    RAPPRESENTATIVE TERRITORIALI – TROFEO DEI TERRITORI160214-atlete2

    • Prima tappa: 29 GENNAIO 2017.
      • Anni di riferimento: maschile 2001-2002, femminile 2002-2003.
    • Seconda tappa: da fissare orientativamente verso fine stagione.
      • Anni di riferimento: maschile 2002-2003, femminile 2003-2004.
    • Regolamento tecnico in base a quando concordato tra i Selezionatori Territoriali.
    • Intervento dei selezionatori Regionali durante la fase di preparazione delle rappresentative provinciali:
      • 1a fase: TRE presenze per territorio, per coordinare l’attività generale e visionare atleti da inserire i selezione regionale.
      • 2° fase: DUE presenze per coordinare il lavoro tecnico.
    • Eventuale terza fase di qualificazione successiva alla seconda tappa del TdT con gruppi di un anno più giovane, per porre le basi per la ripresa del ciclo nella stagione sportiva successiva, eventualmente proseguendo il lavoro durante i mesi estivi.
    • Produrre materiale filmato della manifestazione e potenziare la banca dati degli atleti.
    • Collegamento dell’attività ai corsi formazione allenatori Allievo e Primo Grado.
  • A cura del CQR
    RAPPRESENTATIVE REGIONALI – TROFEO DELLE REGIONI160313selm

    • Inizio attività a GENNAIO-FEBBRAIO con rosa di 16-18 atleti ricavata dalla prima tappa del TdT, a cui devono poter partecipare anche eventuali atleti di un anno più giovane, ancorché partecipanti alla seconda tappa del TdT.
    • Raduni giornalieri + 2 mini-collegiali. Partecipazione almeno ad un Torneo di livello.
    • Collegamento con le lezioni dei corsi di formazione allenatori.

Operativamente:

  • SETTEMBRE
    • Discussione del programma in sede di CRL. (fatto 26/9/16)
    • Nomina Staff Regionale. (parzialmente fatto 26/9/16)
    • Discussione del programma in sede di Consulta Regionale (fatto 26/9/16)
  • OTTOBRE
    • Nomina Staff Territoriali.
    • Incontro staff regionale per definire dettagliatamente il programma, precisando i parametri tecnici del lavoro, le modalità di comunicazione da seguire (competenza CQR).
    • Richiesta dei nominativi per il Liguria Day; organizzazione della giornata (competenza CQR).
    • Liguria Day 16/10/16 (competenza CQR)
    • Incontro preliminare con i Selezionatori Territoriali per informare sul programma, definire i parametri tecnici del lavoro, il regolamento del Trofeo dei Territori, concordare le modalità di comunicazione da seguire (competenza CQR-CQT)pvm
    • Avvio Prima Fase dell’attività territoriale (competenza CQP-CQR).
    • Definizione sedi Trofeo Province; sua organizzazione (competenza Consulta Regionale).
  • SUCCESSIVAMENTE
    • 29/01/2017 – Svolgimento 1 tappa Trofeo Territori (competenza CR, CP, CQR, CQT).
    • Avvio Seconda Fase dell’attività provinciale (competenza CQT, CQR).
    • Avvio attività Rappresentativa Regionale (competenza CQR dopo pirma tappa TdT).
    • Organizzazione Regional Day (competenza CQR – probabilmente gennaio/febbraio).
    • 02/06/2017 (indicativamente) – Svolgimento 2 tappa Trofeo Province (competenza CR, CT, CQR, CQT).
    • APRILE -> GIUGNO: Avvio terza fase qualificazione (competenza CQT).

SETTORE SCUOLA

IMG_20151107_162105STAGIONE 15/16 (cosa si è fatto)

  • Organizzazione del primo corso regionale Istruttori di minivolley (3 sedi, 6 giornate complessive, 116 partecipanti).

STAGIONE 16/17

  • Diffusione e informazione sul Progetto S3 e Spike Volley.
  • Organizzazione di un aggiornamento specifico per Istruttori di minivolley (una giornata nel ponente, una nel levante)

10eighty-teamPALLAVOLO MASCHILE

Il calo numerico degli atleti è un dato ormai risaputo, ma si sta verificando anche un evidente calo nel numero delle Società attive, che crea il paradosso di atleti che non sanno dove andare a giocare e che nella migliore delle ipotesi finiscono negli EPS.

Possibili interventi (già proposti nella stagione 15/16):

  • Incontro con le Società maschili per discutere problemi e soluzioni.
  • Organizzazione di un’attività parallela a quella istituzionale per intercettare gli atleti che altrimenti andrebbero persi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Informativa privacy per l’utilizzo dei cookie

  1. Cosa è un cookie

Un “cookie” è una piccola quantità di dati contenenti un codice identificativo unico anonimo che vengono inviati al tuo browser da un server Web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del computer dell’utente. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto solo dal sito Web che lo ha inviato ogni qualvolta si effettuino connessioni successive. 
Se l’utente preferisce non ricevere cookie, può impostare il proprio browser in modo tale che lo avverta della presenza di un cookie permettendo all’utente di decidere se accettarlo o meno. Si possono anche rifiutare automaticamente tutti i cookie, attivando l’apposita opzione nel browser. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente. Questo siti utilizza diverse tipologie di cookies.

  1. Tipologie di cookie

Il legislatore ha individuato due macrocategorie: cookie "tecnici" e cookie "di profilazione".

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all'utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Inoltre la normativa pone la distinzione sul differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell'utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l'utente sta visitando (c.d. "prima parte") o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. "terze parti").  

  1. Quali cookie utilizza questo sito:

Questo sito utilizza cookie per salvare la sessione dell'utente e per svolgere attività necessarie al funzionamento del sito.